Ricorso per il mancato riconoscimento del riposo giornaliero

Ricorso per il mancato riconoscimento del riposo giornaliero

Ricorso per il mancato riconoscimento del riposo giornaliero

 

 

Nel corso di un periodo di 24 ore, considerato dall’inizio della giornata lavorativa, il personale viaggiante deve beneficiare di un riposo ininterrotto, la cui durata media, computata su un periodo non eccedente le 4 settimane, non deve essere inferiore a 11 ore, a condizioni:
a) che la durata del riposo giornaliero, preso isolatamente, non sia in alcun caso inferiore a 9 ore;
b) che il riposo settimanale non sia preso in considerazione nel calcolo della media di cui al primo comma.
2.  I periodi di riposo di cui al comma precedente possono essere ridotti ad un minimo di tempo non inferiore a 9 ore nel caso in cui le operazioni e i servizi di trasporto comportino una interruzion e di lavoro di almeno due ore o due interruzioni ciascuna non inferiore ad un’ora oppure se vi siano due conducenti a bordo del veicolo e se questo e` attrezzato in modo da permettere ad uno dei conducenti di riposare disteso durante il viaggio.
3.  Durante il periodo di riposo e le interruzioni di cui ai commi precedenti il personale viaggiante deve essere lasciato libero da qualunque servizio e non deve essere tenuto a restare sul veicolo o presso di esso, sempreché da parte sua siano state adottate le precauzioni necessarie allo scopo di garantire la sicurezza del veicolo e del relativo carico.

 

Per info : 3331039790

2021-02-11T15:02:07+02:00
WhatsApp Chatta su whatsapp