Ricorso ferie non godute e non pagate

Ricorso ferie non godute e non pagate

Ricorso ferie non godute e non pagate

In materia di rapporto di pubblico impiego, il diritto al compenso sostitutivo delle ferie non godute dal pubblico dipendente, anche in mancanza di una norma espressa che preveda la relativa indennità, discende direttamente dallo stesso mancato godimento delle ferie laddove sia certo che tale vicenda non sia stata determinata dalla volontà del lavoratore e non sia a lui comunque imputabile. Cons. Stato Sez. II, 21/08/2020, n. 5171
Il datore è tenuto alla monetizzazione delle ferie non godute se non prova di aver messo il lavoratore in condizione di fruirle e di averlo informato che, in caso di mancato godimento, sarebbero andate perdute.
Per la Cassazione, infatti, il diritto alle ferie è irrinunciabile. Pertanto, gli incentivi datoriali a rinunciare alle ferie come periodo di riposo risultano incompatibili con gli obiettivi del diritto alle ferie annuali retribuite.
Sussiste pertanto il diritto di un pubblico dipendente a percepire l’indennità per ferie non godute, oltre interessi e rivalutazione monetaria, nel caso in cui l’interessato sia privo di piena autonomia ed insindacabilità nello stabilire quando collocarsi in ferie, e di sussistenza della prova della impossibilità a fruire del diritto alle ferie per causa non imputabile al medesimo dipendente, e, per converso, addebitabile ad obiettive esigenze di servizio ostative al relativo godimento (art. 36 Cost.)
Possono essere effettuati ricorsi individuali e collettivi presso il Tribunale del Lavoro competente.

Elenco documenti necessari ai fini del ricorso:
-Contratto di lavoro a tempo determinato
-Busta paga mese di Maggio e Giugno
-Carta d’Identità e Codice Fiscale.
-Procura Speciale
-Scheda di adesione
Per info contattare lo studio Sposito al seguente numero di cellulare : 3331039790

2021-02-11T14:41:40+02:00
WhatsApp Chatta su whatsapp